images/radovcic-conversano-sassari.jpeg

Serie A Beretta: in semifinale Conversano brilla in Sardegna, pari tra Brixen e Fasano

Serie A Beretta

Due pareggi, una vittoria di misura, rimonte da batticuore. Succede di tutto nel mercoledì che apre play-off Scudetto e play-out della Serie A Beretta. Le semifinali, in testa e in coda, regalano emozioni senza limiti. Rebus irrisolvibile, quello della lotta per il tricolore: Conversano, dalla sua, compie un notevole passo in avanti vincendo a Sassari, mentre Brixen e Fasano pareggiano e rimandano tutto al week-end.

Play-off Scudetto

Pareggio e tutto apertissimo fra Brixen e Junior Fasano dopo gara-1 giocata in Alto Adige. Finale: 27-27 (p.t. 13-12), con pari raggiunto dai pugliesi grazie al gol del capitano Flavio Messina a 9’’ dal termine. Pochi secondi prima, sul fronte opposto, i brissinesi avevano fallito con Ardian Iballi il potenziale +2 e dunque il match point che avrebbe potuto decidere un match combattuto come da pronostico. A tenere in partita i biancoazzurri è una parata di Simone Sibilio, subentrato a Vito Fovio dopo l’infortunio del pluri titolato portiere fasanese a 21’ dal termine. Fasano ha inoltre dovuto fare i conti con il forfait registrato al 16', sempre per infortunio, del terzino Riccardo Stabellini. Per gli altoatesini opportunità nitida sprecata davanti al proprio pubblico: sabato prossimo le squadre scenderanno in campo alla Palestra Zizzi, in casa della Junior Fasano, dove la vincente al termine dei 60’ conquisterà un posto in finale. Solo un altro pari potrà condurre a gara-3, eventualmente in calendario per il giorno seguente sempre in Puglia. 

Nel frattempo, quasi in contemporanea, al Pala Santoru prova di forza del Conversano sul campo della Raimond Sassari. I campioni d’Italia vincono 32-27, ribaltando lo svantaggio della prima metà di gara (p.t. 15-13) e dando così corpo ad un match point di enorme rilevanza in vista di gara-2 in programma sabato al Pala San Giacomo. Là dove erano stati fermati sul pari in regular season, gli uomini di Alessandro Tarafino brillano nei play-off. Merito di un secondo tempo in crescendo, col pari agguantato attraverso un break di tre reti concluso da Possamai (17-17) e tramutato poi in un veemente 7-0 che trasformerà il punteggio in 21-17. Il cronometro dice 45’ trascorsi e un quarto d’ora ancora da giocare, ma Conversano, forte del contraccolpo psicologico subito da Sassari, fugge via fino al 26-20 e controlla fino al termine. Per Sassari battuta d’arresto che può costare oltremodo cara. Sabato si replica. 

Gara

Data

Ora

Partita

Risultato

Match report

Gara-1

18 maggio

h 19:15

Raimond Sassari - Conversano

27-32

Download PDF

18 maggio

h 19:30

Brixen - Junior Fasano

27-27 

Download PDF

Gara-2

21 maggio

h 19:00

Conversano - Raimond Sassari

-

 

21 maggio

h 19:00

Junior Fasano - Brixen

-

 

Gara-3
(eventuale)

22 maggio

h 18:00

Conversano - Raimond Sassari

-

 

22 maggio

h 18:00

Junior Fasano - Brixen

-

 

Play-out 

Pari in rimonta di inestimabile valore per lo Sparer Eppan sul campo della Teamnetwork Albatro. In Sicilia la formazione altoatesina finisce il primo tempo sotto sul 16-10, ma nella ripresa, in particolare tra il 42’ e il 54’, concede sole tre reti agli avversari e piazza un break di 11-3 che rimette il match in totale equilibrio sul 23-23. Nonostante le otto reti di Marko Bobicic e un accenno di reazione (25-23), Siracusa è nuovamente raggiunta sul 25-25, un attimo prima del concitato finale. Palla in mano e con un gol da difendere, gli isolani sprecano il possesso con Rosso e sul rovesciamento subiscono il gol di Singer. Per lui è l’unico del match, per Appiano è una pepita d’oro. Il meccanismo dopo il pareggio è semplice: chi vince in gara-2 ottiene la salvezza, chi perde finisce nel limbo dell’ultima e delicata serie di play-out.

Festa grande, almeno per stasera, in casa Carpi. Concentrate in un sentito derby regionale, le sorti dei carpigiani e del Secchia Rubiera passano per una gara-1 che, al Pala Bursi, premia gli ospiti di coach Davide Serafini. Finisce 24-23 (p.t. 14-6), esito che mette i carpigiani nelle condizioni di chiudere i conti al Pala Vallauri nel fine settimana. Partita decisa dal gol di Kreshnik Kasa – in doppia cifra con 10 reti – a 30’’ dal termine, seguito dallo sfondamento di Pagano sull’attacco successivo. Rubiera getta via il primo tempo, poi torna (17-17) e nel finale cade. Il derby di sabato sarà sinonimo di salvezza o di purgatorio.

Gara

Data

Ora

Partita

Risultato

Match report

Gara-1

18 maggio

h 18:00

Teamnetwork Albatro - Sparer Eppan

26-26

Download PDF

18 maggio

h 20:30

Secchia Rubiera - Carpi

23-24  

Gara-2

21 maggio

h 18:00

Sparer Eppan - Teamnetwork Albatro

-

 

21 maggio

h 19:00

Carpi - Secchia Rubiera

-

 

Gara-3
(eventuale)

22 maggio

h 15:30

Sparer Eppan - Teamnetwork Albatro

-

 

22 maggio

h 19:00

Carpi - Secchia Rubiera

-

 

(foto: Isabella Gandolfi)