Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/loria-capitani-coppaitalia.jpg

In tanti a seguire la Coppa Italia sul web e su Sky - A Salsomaggiore si riunisce il Consiglio Federale

Coppa Italia

Un successo certificato dalle Istituzioni regionali e locali, ma anche dai numeri. Le Finals di Coppa Italia 2021 chiuse domenica a Salsomaggiore Terme con le vittorie di Conversano e Mechanic System Oderzo hanno rappresentato, pur senza pubblico sugli spalti, un nuovo e importante traguardo organizzativo e di seguito televisivo e digitale.

Lo ha rimarcato anche il Presidente federale, Pasquale Loria, che sabato mattina aveva aperto i lavori del Consiglio Federale ponendo l’accento sul lavoro condotto dalla Federazione “per organizzare un evento con alti standard nell’allestimento della location, con l’obiettivo di assicurare una resa in TV e in streaming all’altezza. Crediamo di esserci riusciti, offrendo nei primi due giorni su Eleven Sports e con le finali su Sky Sport un prodotto qualitativamente attrattivo”.

Un successo avvalorato dai numeri a chiusura della manifestazione, con oltre 81mila visualizzazioni totalizzate tra il live streaming su Eleven Sports, sulla Pagina Facebook FIGH e domenica pomeriggio con la doppia diretta su Sky Sport Arena. Toccate complessivamente 28 ore di trasmissione in diretta, di cui quattro sulla piattaforma Sky. Inoltre i canali digitali della Federazione, tra Instagram, Facebook e il sito ufficiale dell’evento, hanno toccato quota 70mila tra visualizzazioni e interazioni.

Lo sforzo organizzativo della Federazione, però, ha riguardato anche e soprattutto la creazione di un evento sicuro sotto il profilo sanitario. “Non era facile, anche perché 14 squadre sono difficili da gestire, ma – prosegue il Presidente – abbiamo cercato di lavorare in estrema sicurezza, anche facilitati dal grande supporto della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Salsomaggiore Terme. Questa città e questo impianto si sono rivelati una location eccezionale e l’auspicio, da parte nostra, è senz’altro quello di poter tornare qui il prossimo anno magari con il pubblico sugli spalti”.

Salsomaggiore Terme sede della Coppa Italia, ma anche, come sottolineato, del primo Consiglio Federale realizzato in presenza nel quadriennio olimpico 2021-2024. Quella svolta sabato è stata una riunione principalmente programmatica, nel corso della quale sono stati discussi vari argomenti sulle linee operative da seguire nei prossimi mesi.

In particolare prese in esame le modalità di entrata in vigore, a partire dalla stagione 2021/22, del premio di formazione dettagliato all’interno della cosiddetta norma “salvavivai” (articolo 47 del regolamento organico). Tra i temi analizzati, inoltre, le modalità di svolgimento e completamento delle successive fasi riguardanti la formazione per gli allenatori di 1° e 3° livello, come anche la programmazione di attività formative – sia per i tecnici di 2° livello che più in generale di aggiornamento – da programmare in futuro e da dettagliare attraverso apposite circolari federali.

(foto: Isabella Gandolfi)