Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/serieaberetta-copertina.png

Online i calendari della Serie A Beretta 2020/21: si parte tra 5 e 12 settembre

Serie A Beretta

Nuova denominazione e poco più di 40 giorni al via. La Serie A Beretta si presenta e guarda al suo taglio del nastro, il prossimo 5 settembre con gli uomini e una settimana dopo, il 12 settembre, con le donne.

Sono online da oggi, su www.figh.it, i calendari della stagione 2020/21. Coinvolte al via, tra femminile e maschile, un totale 28 squadre, 25 città – con Bressanone, Cassano Magnago e Cingoli impegnate in entrambi i campionati – da 12 diverse regioni.

Scorrendo l’albo, sarà la 51^ edizione da quella inaugurale della stagione 1969/70. Inutile negarlo: sarà una Serie A Beretta particolare. Al nuovo nome, infatti, si affianca una variabile del tutto inedita: nessuno, e non era mai accaduto, potrà difendere il tricolore. Questo, purtroppo a causa dell’emergenza Covid-19 che ha costretto tutte e tutti alla sospensione forzata anzitempo.

Il conto dei titoli italiani associati alle città resta perciò invariato: 58 Scudetti in tutto, 32 al maschile e 26 al femminile. I club più gloriosi rimangono ancora una volta Trieste e Cassano Magnago (poi divenuta Pallamano Raluca), salite rispettivamente per 17 e 11 volte sul tetto d’Italia.

Serie A Beretta maschile

Ai nastri di partenza 15 squadre. Tre new entry dalla Serie A2: Cingoli e Albatro Siracusa, vecchie conoscenze della Serie A, e Molteno da debuttante assoluta nel format a girone unico del massimo campionato. Due titoli assegnati lo scorso anno: la Supercoppa e la Coppa Italia, entrambe vinte dal Bolzano

Inizio di campionato il prossimo 5 settembre, con la formula che terrà tutti impegnati fino al 2 giugno e che, elemento di novità rispetto agli anni scorsi, non vedrà la disputa dei Play-Off. Si giocherà per 30 giornate e 209 partite, a ritmi serrati e con due turni infrasettimanali, il 7 ottobre e il 24 marzo. Stesso orario per tutte le gare che influiscono sulla classifica nelle due giornate conclusive: il 29 maggio fischio d’inizio alle ore 19:00 e il 2 giugno alle ore 17:00. 

Il campionato sancirà tre retrocessioni a fronte di due promozioni dalla Serie A2, al fine di riportare nella stagione 2021/22 il campionato alla originaria formula a 14 squadre. 

Le regioni rappresentate sono 9: Trentino-Alto Adige – la più numerosa con 5 formazioni – Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Sardegna, Sicilia. 

All’esordio subito due sfide interessanti con Sassari al PalaSantoru contro Trieste e Siena di scena a Fasano. Per Bolzano e Conversano la prima dell’anno è in casa, rispettivamente contro Cingoli e Fondi.

Le date più importanti della Serie A Beretta maschile:

Inizio stagione: 5 settembre 2020
Fine girone di andata: 12 dicembre 2020
Turni infrasettimanali: 7 ottobre 2020 e 24 marzo 2021
Fine stagione: 2 giugno 2021 

La prima giornata del 5 settembre:

Bolzano – Santarelli Cingoli
Cassano Magnago – Teamnetwork Albatro
Conversano – Banca Popolare Fondi
Raimond Sassari – Trieste
Pressano – Sparer Eppan
Acqua & Sapone Junior Fasano – Ego Siena
Salumificio Riva Molteno – Brixen 

Il calendario completo è consultabile nell’apposita sezione del sito federale e a seguire: 

25 dallacosta salerno

Serie A Beretta femminile 

Girone unico a 13 squadre con il debutto assoluto di Erice, Guerriere Malo e Cellini Padova, ma anche coi ritorni nel massimo campionato da parte di Cingoli e Pontinia. Nel 1996/97 l’ultima volta delle marchigiane, dieci anni dopo (2006/07) quella del sodalizio laziale. 

Nel femminile i due soli titoli assegnati nella stagione passata portano due nomi differenti: il Sudtirol Brixen ha alzato al cielo la prima Supercoppa della propria storia a dicembre, mentre a febbraio è stata la Jomi Salerno a gioire al Palaestra di Siena in Coppa Italia.

Le campane restano la squadra che negli ultimi anni ha dominato la scena. Le altre 12 partecipanti alla Serie A Beretta proveranno a interromperne l’egemonia a cominciare dal 12 settembre, data della prima giornata. In questo caso si procederà fino al 21 aprile – cammino lungo 26 giornate e 155 partite – e fino alla chiusura della regular season. Poi i Play-Off per le quattro meglio piazzate della classifica: sulla distanza delle tre gare, prima le semifinali (8, 12 ed eventualmente 15 maggio 2021) e a seguire la serie di finale (22, 26 ed eventualmente 29 maggio 2021).

Come per gli uomini, previste tre retrocessioni a fronte di due promozioni dalla Serie A2, con la finalità di riportare nella stagione 2021/22 il campionato alla originaria formula a 12 squadre. 

Anche la distribuzione geografica si avvicina al campionato maschile con 9 regioni coinvolte: la più rappresentata è il Veneto – 4 squadre –, seguita da Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Trentino-Alto Adige, Sardegna, Sicilia.

Esordio casalingo per Salerno, Bressanone e Oderzo, le tre squadre che hanno dato vita alla entusiasmante battaglia attorno alla vetta negli ultimi due anni e attese dalle rispettive sfide lanciate da Pontinia, Nuoro e Leno. Alla 4^ giornata il primo derby con Oderzo che in casa riceve la visita di Malo. 

Le date più importanti della Serie A Beretta femminile:

Inizio di stagione: 12 settembre 2020
Fine girone di andata: 19 dicembre 2020
Fine regular season: 21 aprile 2021
Semifinali Scudetto: 8, 12 e 15 maggio 2021
Finale Scudetto: 22, 26 e 29 maggio 2021 

La prima giornata del 12 settembre: 

Mechanic System Oderzo – Leno
Sudtirol Brixen – Nuoro
Mestrino – Cassano Magnago
Jomi Salerno – Cassa Rurale Pontinia
Guerriere Malo – Santarelli Cingoli
Erice – Ariosto Ferrara 

Il calendario completo è consultabile nell’apposita sezione del sito federale e a seguire:

Finals di Coppa Italia

Il week-end del 12, 13 e 14 febbraio porterà con sé il grande evento delle finali di Coppa Italia maschile e femminile in unica sede. Accadrà per la seconda volta dopo il successo dell’edizione inaugurale disputata al Pala Estra di Siena.

Per gli uomini resta valida la formula della Final8 con quarti di finale, semifinali e finale. Le qualificate saranno stabilite sulla base della classifica al termine del girone di andata (12 dicembre).  

Nel femminile, la formula del campionato a 13 squadre ha portato alla introduzione di una Final6 alla quale accedono le prime 6 squadre al termine del girone di andata, con due quarti di finale che coinvolgono le compagini piazzate dal 3° al 6° posto della classifica e le semifinali alle quali sono già qualificate le squadre piazzate alle prime due posizioni. 

Supercoppa 

Confermata la disputa della Supercoppa in sedi e date che verranno definite nelle prossime settimane, anche tenendo conto degli impegni dei 7 club italiani - 4 femminili e 3 maschili - nella EHF European Cup. Le società in campo saranno Bolzano nel maschile e Salerno nel femminile in quanto detentrici della Coppa Italia, opposte rispettivamente a Conversano e Oderzo in qualità di prime classificate al momento della interruzione dei campionati 2019/20.

Tutti gli albi d'oro delle competizioni della Pallamano italiana sono online nell'apposita sezione del portale federale.

(foto: Paolo Lazzeroni)