Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/pallone-mondo-2019-copertina.jpg

Consiglio Federale del 5 aprile: conclusi in via definitiva tutti i campionati

Pallamano Nazionale

Il Consiglio Federale della FIGH si è riunito oggi (domenica ndr) in video-conferenza. Tra le decisioni assunte, aspetto centrale è stato inevitabilmente rappresentato dalle misure relative ai Campionati Nazionali in relazione alla emergenza sanitaria da infezione Covid-19. 

La Federazione, nel dare assoluta priorità alla salvaguardia degli interessi delle società e alla tutela della salute dei propri tesserati, anche a seguito delle riunioni dei giorni scorsi coi club di Serie A1, Serie A2 e con gli organi territoriali, ha deliberato la conclusione definitiva di tutti i campionati, ritenendo valide le classifiche alla data del 9 marzo scorso e perciò determinando la graduatoria finale, per ciascun rispettivo campionato e girone, attraverso il coefficiente che scaturisce dal quoziente tra il numero di punti realizzati e il numero di incontri disputati.

Alla luce di tali decisioni, sono perciò così dettagliate le situazioni dei diversi campionati:

Serie A1 Maschile e Femminile 

Laddove le condizioni generali dovessero consentirlo, l’assegnazione dei titoli di campione d’Italia 2019/20 e la qualificazione alle Coppe Europee 2020/21 avverranno attraverso la disputa di una Final4 in sede unica, con semifinali e finali, programmata nel periodo massimo compreso tra il 1° e il 7 giugno prossimi. Accedono alla Final4 le prime quattro squadre dell’attuale classifica, incrociate in semifinale secondo i piazzamenti (1°-4° e 2°-3°). 

Gli abbinamenti delle semifinali maschili:

Conversano – Raimond Sassari
Bolzano – Cassano Magnago 

Gli abbinamenti delle semifinali femminili: 

Mechanic System Oderzo – Alì-Best Espresso Mestrino
Jomi Salerno – Sudtirol Brixen 

La data ultima per confermare lo svolgimento delle Final4, naturalmente subordinata alle disposizioni emanate dalle competenti Autorità, è stata individuata nel prossimo 8 maggio. 

In caso di mancata disputa delle Final4, i titoli di Campione d’Italia non verranno assegnati, ferma restando la classifica definitiva che verrà ufficializzata tramite la pubblicazione del comunicato ufficiale del prossimo 8 aprile. In quest’ultimo caso, i posti nelle Coppe Europee 2020/21 verranno così distribuiti: 

EHF European League femminile: Mechanic System Oderzo
EHF Cup maschile
: Conversano, Bolzano, Cassano Magnago
EHF Cup femminile: Jomi Salerno, Sudtirol Brixen, Alì-Best Espresso Mestrino 

Per ciò che attiene ai campionati di Serie A2, nello spirito di salvaguardia dei diritti sportivi, il Consiglio Federale ha proclamato le seguenti promozioni: 

Promosse in Serie A1 Maschile: Molteno, Cingoli, Albatro
Promosse in Serie A1 Femminile: Leonessa Brescia, Guerriere Malo, Cingoli, Erice 

Non avrà luogo, invece, alcuna retrocessione da Serie A1 e Serie A2 maschili/femminili.

Alla luce delle decisioni assunte, è stato perciò previsto un organico per il 2020/21 rispettivamente a 17 squadre per la Serie A1 Maschile e a 13 squadre per la Serie A1 Femminile, in ambedue i casi con la formula del girone unico all’italiana con gare di andata e ritorno.

In materia di reintegri nei Campionati Nazionali, il Consiglio Federale ha previsto la possibilità di effettuare la richiesta entro il prossimo 15 giugno. La valutazione di tali richieste avverrà sulla base dei parametri previsti dal Vademecum 2019/20, applicati alla stagione agonistica 2019/20, tenuto conto dei posti disponibili in organico alla chiusura delle iscrizioni rispetto al numero massimo di: 14 posti in A1 Maschile, 12 posti in A1 Femminile e 14 posti per ciascuno dei tre gironi di A2 Maschile. 

Campionati di Area 

Per quanto riguarda i Campionati di Area, vista l’impossibilità di individuare adeguati criteri univoci, è stato deliberato di non dare luogo a promozioni dalla Serie B alla Serie A2 Maschile, ferma restando la possibilità di chiedere il reintegro nella serie superiore.

Non saranno disputate, inoltre, le fasi Finali Nazionali di tutti i campionati giovanili (Youth League U21 maschile e U20 femminile, U19 maschile, U17 maschile e femminile, U15 maschile e femminile). 

Bonus e incentivi

Il Consiglio Federale, quale prima misura di intervento a favore degli affiliati, in attesa di poter definire ulteriori modalità, anche alla luce del supporto che potrà essere assicurato da fondi pubblici, ha deciso di attribuire un bonus equivalente al contributo di affiliazione, alla 1^ rata di iscrizione e, dove previsto, al contributo di comunicazione:

  • alle società militanti in Serie A1 maschile 2019/20 e alle società promosse in A1 maschile 2020/21, per l’iscrizione al campionato di serie A1 maschile 2020/21
  • alle società militanti in serie A1 femminile 2019/20 e alle società promosse in serie A1 femminile 2020/21, per l’iscrizione al campionato di serie A1 femminile 2020/21
  • alle società militanti in serie A2 maschile 2019/20 e alle società eventualmente reintegrate in serie A2 maschile 2020/21, per l’iscrizione al campionato di serie A2 maschile 2020/21
  • alle società che si iscrivano al campionato di serie A2 femminile 2020/21

In merito ai campionati di area, invece, il Consiglio Federale ha ritenuto:

  • di attribuire un bonus equivalente ad una quota parte dei contributi di iscrizione ai campionati di Area, calcolata in base al rapporto tra gare disputate e gare rimaste da disputare, per l’affiliazione ed iscrizione ai campionati di Area 2020/21
  • di confermare gli incentivi previsti dal Vademecum 2019/20 e per i quali, alla data del 9 marzo 2020, risultino soddisfatte le condizioni necessarie per il riconoscimento degli stessi 

Eventi Internazionali 

Nel corso della sua relazione di apertura, il Presidente FIGH, Pasquale Loria, ha aggiornato il Consiglio Federale circa le interlocuzioni avute nei giorni scorsi con la IHF (International Handball Federation) e con la EHF (European Handball Federation), alle quali è stata ufficialmente richiesto il rinvio dei Campionati Mondiali di Beach Handball a Pescara, dei Campionati Europei U16 di Beach Handball a Silvi Marina, degli M20 EHF EURO di Bressanone e Innsbruck. 

Con riferimento a quest’ultimo evento, la Federazione ha peraltro provveduto a comunicare alla Federazione Europea, unitamente alla OEHB (Federazione Austriaca), il proprio parere negativo circa la possibile alternativa di svolgimento individuata dalla EHF nel periodo del 13-23 agosto.

Un ulteriore confronto, volto a raggiungere le migliori soluzioni organizzative, è previsto nella seconda metà di aprile.

Le parole del Presidente Loria

Le parole del Presidente Federale, Pasquale Loria: “In queste settimane la Federazione si è mossa totalmente in linea con quanto stabilito dal Governo e dal CONI per fronteggiare l’emergenza sanitaria, con una prima sospensione fino al 3 aprile scorso e la successiva proroga. All’esito della situazione attuale, tuttavia, dobbiamo prendere altre decisioni e nello specifico sospendere in via definitiva la stagione, ma nel contempo, sempre seguendo la linea tracciata dal Comitato Olimpico in questo senso, cercare di assegnare, se possibile, i titoli nazionali assoluti”.

“Nei giorni scorsi sono state sentite tutte le società di Serie A1 e Serie A2 maschili e femminili, oltre ai rappresentanti territoriali per quanto riguarda i campionati di area. Dalle riunioni – prosegue – è emersa la necessità di dare massima priorità alla salute di tutti i tesserati e, al tempo stesso, la necessità di giungere alla conclusione dei campionati in corso, tenendo conto anche delle difficoltà economiche che le società dovranno fronteggiare non solo nell’immediatezza, ma anche inevitabilmente nel programmare la stagione 2020/21”. 

“In questo senso, la Federazione farà sì che il prossimo campionato possa iniziare con l’azzeramento di una prima parte delle tasse federali, permettendo così ai club di ripartire senza dover fare fronte alle spese normalmente previste per la partecipazione ai campionati. Questo è un primo intervento da parte della Federazione: l’obiettivo è certamente quello di giungere ad un azzeramento totale delle tasse nei mesi successivi. Per questo, continueremo a lavorare nel frattempo, come già fatto fino ad ora, - conclude il Presidente – ai tavoli aperti con il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e con il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, per poter contare sull’ulteriore supporto proveniente da fondi pubblici che provvederemo a rigirare alle nostre società affiliate sempre in base ai parametri che poi ci saranno descritti e che saranno inseriti nelle norme parte del piano a sostegno dello Sport italiano”.