Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/visconti-commissione-atleti-confstampa.jpg

Il consigliere Visconti: "Invito club, tecnici e atleti alla reciproca comprensione"

Pallamano Nazionale

L’emergenza Coronavirus avrà inevitabili ripercussioni sulla struttura dei campionati e sul futuro della Pallamano italiana. In questi giorni il Presidente Federale, Pasquale Loria, ed i Consiglieri Federali stanno incontrando in video-conferenza i rappresentanti dei club del territorio per fare il punto sulla situazione attuale e tracciare, al tempo stesso, le azioni che accompagneranno la ripresa del movimento.

Ascolto, attenzione, disponibilità nei confronti dei club, ma anche nei confronti di allenatori e giocatori, il patrimonio tecnico della Pallamano italiana le cui istanze trovano massima attenzione nel consigliere Marcello Visconti. “Come rappresentante degli atleti e coordinatore della Commissione Tecnica Federale, mi sento in dovere di rappresentare le istanze di chi è legittimamente preoccupato per il proprio futuro".

"Tenendo ben presente il principio che la Federazione non può esprimersi su scritture private tra società e componenti atleti/tecnici, a meno che abbiano deciso di depositare l'accordo economico lo scorso settembre, e che non tocca a me in quanto espressione della componente tecnica all’interno del Consiglio Federale svolgere una funzione di mera attività sindacale, mi preme, nell’interesse supremo della Pallamano italiana, invitare le parti ad una reciproca comprensione".

"Da una parte – prosegue Visconti – spero che anche in un momento come questo le società si rivelino gelose custodi dei valori umani dei propri tecnici e atleti, garantendo per quanto è possibile gli accordi presi, dall’altra invito e incoraggio tecnici ed atleti a ben comprendere le oggettive difficoltà dei club, difficoltà che, si spera, nell’interesse comune, possano essere ben presto superate. Cogliamo questa occasione per dimostrare che il nostro movimento è fatto da attori seri e affidabili, a tutti i livelli”.