Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Per per saperne di più fai clic qui.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/10-wierer-attesa.jpg

Coronavirus: convocate le riunioni per Serie A1, A2 e territorio

Pallamano Nazionale

La FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball) comunica di aver indetto una serie di riunioni in videoconferenza rispettivamente rivolte alle società dei campionati di Serie A1 e Serie A2 maschile e femminile, oltre che a tutti i Delegati Regionali e ai Responsabili di Area. 

Nello specifico, gli incontri sono così programmati:

  • Delegati Regionali e Responsabili di Area – mercoledì 25 marzo (h 18:30)
  • Serie A1 Femminile – venerdì 27 marzo (h 18:30)
  • Serie A2 Maschile (Girone A) – lunedì 30 marzo (h 17:00)
  • Serie A2 Maschile (Girone B) – lunedì 30 marzo (h 19:00)
  • Serie A2 Maschile (Girone C) – mercoledì 1° aprile (h 17:00)
  • Serie A2 Femminile (Gironi C\D) – mercoledì 1° aprile (h 19:00)
  • Serie A2 Femminile (Gironi A\B) – venerdì 3 aprile (h 17:00)
  • Serie A1 Maschile – venerdì 3 aprile (h 19:00)

Finalità degli incontri, l’analisi di tutti i temi connessi all’attuale situazione legata all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, per effetto della quale l’intera attività agonistica della Pallamano e in generale dello Sport italiano è attualmente sospesa.

Le parole del Presidente FIGH, Pasquale Loria: "Al momento non ci sono grandi novità, sono in contatto continuo con altri colleghi Presidenti di sport di squadra e soprattutto con il Presidente Malagò, che sta tenendo ora per ora i contatti con il Ministro Spadafora per portare sul tavolo del Governo anche le richieste di sostegno di tutto il movimento sportivo italiano, che sta soffrendo e che potrebbe soffrire ancora di più in vista della nuova stagione".

"Ma anche se non ci sono grandi novità, se non la tenue speranza di un miglioramento dei dati negli ultimi giorni - prosegue -, mi sembra opportuno mantenere costantemente il contatto con i Nostri Affiliati, a partire dalla base regionale, attraverso i Delegati nei territori, con i Club di A2 che non abbiamo ancora sentito in forma strutturata e di nuovo con le Società di A1".

"Non so se riusciremo a riprendere la stagione come ci auguriamo, come sperano i tanti atleti che stanno vivendo una situazione nuova e surreale, i tecnici che hanno visto interrotto il proprio lavoro nel momento cruciale della stagione e tutte le Società che hanno programmato ed investito su questo campionato. Una sola cosa posso assicurare a tutto il Movimento: che la ripresa ci sarà solo in condizioni di sicurezza, come ha chiaramente affermato il Governo".

(foto: Paolo Lazzeroni)