Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/dapiran-larioja.jpg

Dapiran si è preso il Logroño: "Qui sto bene, puntiamo all'Europa"

Dall'estero

È un po’ triestina e un po’ spagnoleggiante, la cadenza di Gianluca Dapiran al telefono. “Qui a Logroño mi trovo molto bene – confessa –, la vita è affrontata con molto calma, zero stress. E anche io ho preso un po’ di quella calma come abitudine”. Ala sinistra con spiccate doti difensive, il classe 1994, tra i punti fermi della Nazionale di Riccardo Trillini, parla nella settimana che lo ha portato in vetta alla classifica dei marcatori della Liga Asobal, in Spagna, con la nuova maglia del Logroño La Rioja

Per Dapiran si tratta del secondo anno nel massimo campionato spagnolo, dopo l’esperienza della passata stagione con il Benidorm. In estate il salto di qualità, perché il Logroño, allenato da Miguel Angel Velasco, è tra le squadre ai vertici della lega e giocherà in Europa – in EHF Cup – per l’ottava stagione consecutiva. 

“La squadra è ben attrezzata. Ci siamo preparati molto bene nel pre-stagione, sia fisicamente che da un punto di vista tecnico e in questo inizio di stagione abbiamo raccolto i primi frutti”. Due partite e due successi, in casa contro il Quabit Guadalajara (25-23) e sul campo del Puerto Sagunto (36-19). “Dovevano essere due partite alla nostra portata – dice Dapiran – e così è stato. In generale sono contento e credo che anche l’allenatore lo sia di me. L’impatto è stato positivo. Giochiamo una Pallamano molto fluida e veloce, con la quale mi trovo a mio agio”.

E l’obiettivo stagionale? “Le idee sono abbastanza chiare: dobbiamo riconfermarci tra le prime quattro forze dell’Asobal per restare in Europa. Vedremo cosa dirà il campo, perché il campionato è molto lungo e difficile, con squadre che si sono attrezzate per fare bene. Domenica affrontiamo il Cuenca di Pablo Marrochi. Quello sarà un banco di prova interessante per dirci dove siamo”. 

Nella stessa settimana, Dapiran in vetta alla classifica marcatori della Liga Asobal si unisce all’Hannover di Domenico Ebner imbattuto in Bundesliga e all’inserimento di Andrea Parisini nel Top7 della settimana in Lidl Starligue. “Questa è la conferma che i giocatori italiani possono farsi valere anche in campionati importanti. Penso anche a Bulzamini e ad altri compagni di Nazionale che stanno crescendo. Questo è un fattore estremamente positivo per la Nazionale, a mio avviso”. 

A proposito: a gennaio ci sono Romania, Kosovo e Georgia da affrontare per le qualificazioni ai Mondiali 2021. “Ci aspettano partite difficili. Troviamo anche la Romania sulla nostra strada, ma noi siamo in crescita e le recenti qualificazioni europee lo hanno detto in modo chiaro. Continuiamo a lavorare duramente, non fermiamoci. E poi ce la giochiamo in casa - conclude -, un motivo in più per prepararci al meglio e dare del filo da torcere a chi ci sfiderà davanti al nostro pubblico”.

(foto: Carmelo Betolaza)