Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/Italia-u17-MHC.jpg

Per l'U17 tre vittorie in Israele e ora l'Interamnia: "Buone sensazioni"

Nazionale femminile

Tre su tre. L’Italia U17 femminile vince tutti i test match programmati dal 4 luglio scorso in Israele, a Tel Aviv, tappa del cammino di preparazione all’EHF Championship in calendario dal 2 al 12 agosto prossimi in casa, a Lignano Sabbiadoro. 

Le azzurrine hanno superato le coetanee israeliane, tra l’altro di scena anche loro in terra friulana nel corso del prossimo mese, imponendosi 26-25 nel primo confronto e 26-23 in una seconda sfida. Ultimi 60’ andati in scena ieri, però questa volta contro l’U19 di Israele, con un perentorio 27-21 in favore di Manojlovic e compagne.

“Dopo un duro lavoro portato avanti a Roma, queste vittorie sono molto importanti per il morale”, commenta il tecnico Ljiljana Ivaci. “La cosa più importante è che la squadra ha reagito agli input dei giorni scorsi, mettendo in evidenza miglioramenti chiari soprattutto nella fase difensiva. Abbiamo bisogno di concentrarci nella gestione della gara e del risultato, criticità che era invece emersa durante l’MHC Championship dell’inverno scorso”. 

“Naturalmente continuiamo ad avere tanto da lavorare – prosegue Ivaci –, ma ottenere risultati positivi è sempre un buon modo per restare positivi e aumentare l’autostima. Il fatto che le ragazze stiano rispondendo ai suggerimenti dello staff tecnico e al lavoro fatto in allenamento, ci lascia senza dubbio buone sensazioni per l’impegno di agosto”. 

Il periodo di preparazione continua: le azzurrine – con 4 new entry rispetto all’impegno in Israele – oggi raggiungeranno Teramo, dove prenderanno parte alla 47^ edizione della Interamnia World Cup. Il percorso porta dritti a Lignano Sabbiadoro. Qui, dal 2 al 12 agosto, arriveranno le coetanee di Azerbaijan, Bielorussia, Repubblica Ceca, Islanda, Israele, Kosovo, Nord Macedonia, Polonia e Turchia, con in palio una sola promozione per gli EURO W17 e W19 del 2021. 

Le 24 convocate per l’impegno all’Interamnia World Cup: 

PORTIERI: Di Giugno Sara (2002 – NH Teramo), Sitzia Martina (2003 – Nuoro), Cabrini Maddalena (2004 – Mestrino)
ALI: Lupisella Sidney (2003 – Werler TV \ GER), Podda Luisella (2002 – Nuoro), Gozzi Giulia (2002 – Conversano), Meneghini Giorgia (2005 – US Torri), Rossomando Giulia (2004 – Salerno)
TERZINI & CENTRALI: Manojlovic Ramona (2002 – Fondi), Campestrini Annachiara (2003 – Metallsider Mezzocorona), De Santis Martina (2003 – Jomi Salerno), Fabbo Giulia (2003 – Jomi Salerno), Conte Giulia (2003 – Fondi), Djiogap Yvana (2003 – Cellini Padova) Ponti Lisa Michelle (2003 – Cassano Magnago), Davoli Valentina (2002 – Nuoro), Ingrassia Federica (2003 – Conversano), Brogi Eva (2002 – Cassano Magnago), Girlanda Emma (2004 – US Torri), Gislimberti Aurora (2004 – Mezzocorona), Piatti Sara (2003 – Cassano Magnago)
PIVOT: Eghianruwa Bevelyn (2002 – Cellini Padova), Andreani Sara (2003 – Leno), Vinci Gaja (2002 – Conversano)

STAFF TECNICO: Ljiljana Ivaci, Adele De Santis, Elena Barani
STAFF MEDICO: Alessandro Annibaldi, Michela De Cicco
DELEGATO FIGH: Daniele Fachechi

(foto: Stefan Ivanović)