Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/_JC10213_original.jpg

Così è cambiata la Pallamano: intervista a Lino Cervar

Pallamano Internazionale

Prendono il via oggi, con le gare inaugurali a Berlino e Copenaghen, i Campionati Mondiali. Una delle protagoniste più attese, la Croazia, è stata avversaria dell’Italia proprio nei giorni scorsi a Porec, nella giornata conclusiva della HEP Croatia Cup. Un 28-20 finale che ha lasciato buonissime sensazioni alla squadra di Riccardo Trillini, ma anche un utile banco di prova prima della rassegna iridata per i croati, quinti agli Europei dello scorso anno.

Quel piazzamento è arrivato in concomitanza col ritorno, a distanza di sette anni, di Lino Cervar nelle vesti di CT. Il Mago di Umago è probabilmente il volto dell’handball internazionale più legato al movimento italiano: sotto la sua guida sono arrivati, nel 1997, la qualificazione ai Mondiali di Kumamoto e l’argento ai Mediterranei di Bari. 

Con Cervar, su PallamanoTV, per parlare di Pallamano italiana e non, a poche ore dal debutto della sua Croazia contro l’Islanda ai Mondiali: