Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/alperiameran.jpg

Alperia Meran: non solo Serie A, piccoli Diavoli Neri crescono

Dici Merano, pensi giovanile. La piazza altoatesina più rappresentata nelle finali nazionali giovanili degli ultimi anni non è soltanto Serie A1 maschile. Mentre i senior guidati da Jürgen Prantner preparano la doppia sfida di Play-Out Permanenza nella massima serie, alle spalle una flotta di giovani ‘Diavoli Neri’ corre in vetta ai campionati regionali del Trentino-Alto Adige.

Le caselle delle classifiche regionali parlano chiaro: in Under 21, Under 19 ed Under 17 la società meranese occupa il primo posto, ed in tutte e tre le categorie è già matematicamente Campione Regionale. Il primato attuale si ripropone anche in Under 15 (in coabitazione con Bressanone) ed in Under 13 promozionale, campionato al quale partecipa con 2 squadre che occupano i primi due posti della classifica. In poche parole una panoramica di dominio che rende merito al lavoro del club altoatesino: “Non serve sottolinearlo – esordisce Dario Dal Medico, Presidente dell’Alperia Meran – Il settore giovanile rappresenta la parte più importante della nostra società. È il volto della nostra attività che più ci gratifica ed al contempo anche quello in cui investiamo il maggior impegno”. Tradizione decennale e risultati sempre raccolti: Merano è uno dei poli più ambiziosi a livello giovanile. “La nostra attività è sicuramente aiutata dalla tradizione tedesca che ha radicato la pallamano qui a Merano ma che soprattutto – continua Dal Medico – vede la disciplina dell’handball come sport di base nelle scuole. Questo è un punto chiave per tutto ciò che viene dopo”.

Il settore giovanile meranese ogni anno sforna atleti sia per la prima squadra ma anche per le nazionali, dalle selezioni giovanili fino alla senior: “È frutto di un’attività capillare, gestita da un settore tecnico ed organizzativo che abbiamo la grande fortuna di possedere – commenta con orgoglio il Presidente – Ogni categoria ha il suo staff che lavora seguendo una linea guida unica: i nostri allenatori si confrontano quotidianamente riguardo alle attività da svolgere ed in questo modo i ragazzi seguono un percorso di crescita sportivo ed umano uniforme e graduale con l’avanzare dell’adolescenza”.

Di anno in anno, Merano ha sempre un team di prima fascia come dimostrano i risultati delle ultime stagioni: con poche eccezioni, i Black Devils hanno raggiunto i vertici delle classifiche nazionali giovanili: “Anche quest’anno proveremo a portare a casa dei bei risultati – osserva Dal Medico – Ci iscriveremo a tutte le finali nazionali che conquisteremo nei campionati regionali. Non nascondo il desiderio di ottenere l’organizzazione di una fase nazionale fra quelle per cui abbiamo fatto richiesta. Qualora la FIGH dovesse assegnarci una finale nazionale, ci adopereremo per rientrare in tutti i massimi standard per la miglior riuscita della manifestazione quali doppia tribuna e monotracciatura fra i più importanti: lo sviluppo dei nostri giovani passa anche da questi dettagli.” Obiettivi? “Direi che il trio Under 21, 19 e 17 – risponde – ha ottime possibilità: centrare due finali, magari in Under 17 ed Under 21, sarebbe un risultato magnifico a cui possiamo aspirare.”